Posted on Lascia un commento

Cottura al forno: le varie modalità di cottura

Perché usare il classico forno sotto la cucina quando con un combi-vapore avresti grandi vantaggi

Una volta esisteva un solo modo di cottura al forno: per convenzione.

Ancora al giorno d’oggi quasi tutti i forni posti sotto i fuochi a gas funzionano con questa modalità.

Alcuni modelli hanno anche la ventilazione, ma si tratta di casi rari.

I due tipi di cottura hanno risultati diversi:

Cottura statica

Quella statica funziona per irraggiamento. Questo permette una cottura più lenta e delicata.

Per questo motivo la cottura statica è particolarmente indicata per le cotture lievitanti e che necessitano di restare asciutte e ben cotte all’interno, come pan di spagna, torte e dolci in genere, ma anche pane e focacce.

Cottura ventilata

Il forno ventilato, per contro permette una cottura più veloce e uniforme in quanto il calore viene diffuso maggiormente grazie ad una ventola che movimenta l’aria.

L’aria permette di rendere più croccante la parte esterna dei prodotti cotti.

Questo metodo di cottura è particolarmente indicato per la cottura di pasta al forno, arrosti, pesce al cartoccio e verdure, ma anche biscotti, crostate e dolci dal cuore morbido. 

Con la cottura ventilata, inoltre, si limita la contaminazione degli odori facilitando la cottura in contemporanea di pietanze diverse.

Cottura a vapore:

La cottura a vapore in forno permette di sostituire gran parte delle cotture in pentola con acqua guadagnano enormemente in qualità di risultato e con perdite peso praticamente nulle.

Sostituisce anche la vaporiera e la pentola bagnomaria.

Le possibili applicazioni sono:

  • Cottura a vapore/sbollentatura (= 100°C)
  • Cottura forzata a vapore (> 100°C)
  • Affogatura e cottura sous-vide (< 100°C)

Importante però è che il vapore sia generato da un boiler e che non si tratti di vapore diretto.

Il vapore diretto viene, infatti, ottenuto spruzzando dell’acqua su una resistenza riscaldata: questo permette di trasformare istantanemaente l’acqua in vapore: il problema è che, innanzitutto, questo va ad abbasare la temperatura in camera ed, in oltre, goccioline d’acqua vanno a contaminare il cibi in cottura.

Quello che serve è il cosiddetto indiretto o con boiler, specialmente se saturo (cioè con la massima saturazione di vapore possibile) permette di cuocere senza bagnare i prodotti ed evitando totalmente la contaminazione degli odori.

Cottura mista vapore e aria calda.

La tecnologia del forno combinato ha rivoluzionato per sempre i processi di produzione delle cucine industriali fin dal 1976 anno della sua introduzione. 

Questa tecnologia permette di cucinare secondo le diverse modalità o in combinata e, quindi, di ottenere risultati impossibile rispetto alle altre tecnologie.

Ha grande vantaggio di permette di cuocere un un singolo strumento una grande varietà di cibi

Altri vantaggi sono:

  • cottura di arrosti, pollame e pesce particolarmente succosi
  • ridotta perdita di peso
  • carichi misti con ridotto trasferimento di sapore
  • risparmio di tempo rispetto ai metodi convenzionali
  • sostituzionr di, ad esempio, fornelli, brasiere ribaltabili, tegami per arrosti o pentole

Vuoi saperne di più?

Analizzeremo le tue esigenze e ti proporremo la soluzione migliore per la tua cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *